Piccolo Atlante della Corruzione

“Piccolo Atlante della corruzione” è un Laboratorio sperimentale inaugurato come progetto pilota nell’anno accademico 2013/2014 a Roma e a Minturno (LT) con la partecipazione di 400 studenti dei licei romani Giuseppe Peano, Plinio Seniore, Cornelio Tacito, Teresa Gullace Talotta, e del liceo Leon Battista Alberti di Minturno (LT). Il Laboratorio è stato realizzato con impegno e motivazione straordinari e ha portato alla nascita di cinque Atlanti di natura scientifica sul fenomeno della corruzione.
Clicca qui per scaricare gli Atlanti.         per informazioni: Beatrice Ravaglioli ( bearavaglioli@tiscalinet.it - cell. 3358167422 )

Materiale di consultazione per l'a.s. 2014-2105
Londra - L’Italia dovrebbe votare no nel referendum del 4 dicembre. Lo afferma l’Economist, in un editoriale nel numero che arriva oggi in edicola. Il settimanale britannico scrive che il nostro Paese ha effettivamente bisogno di ampie riforme, “ma non quelle proposte” da Renzi nel referendum. L’autorevole giornale, che negli ultimi mesi si è schierato contro la Brexit e contro la candidatura di Donald Trump alla Casa Bianca, scrive che l’attuale presidente del Consiglio ha rappresentato una grande speranza di cambiamento e che il referendum, nelle sue intenzioni, serve a realizzare i cambiamenti di cui l’Italia ha bisogno per far crescere l’economia nazionale e non essere più “la principale minaccia alla sopravvivenza dell’euro”. Ciononostante, come sostiene fin dal titolo dell’articolo, l’Economist non ha dubbi: “L’Italia deve votare no” nel referendum.
Segue su:
 

Sorry, the comment form is closed at this time.

© 2016 Circolo di Roma Suffusion theme by Sayontan Sinha