Piccolo Atlante della Corruzione

“Piccolo Atlante della corruzione” è un Laboratorio sperimentale inaugurato come progetto pilota nell’anno accademico 2013/2014 a Roma e a Minturno (LT) con la partecipazione di 400 studenti dei licei romani Giuseppe Peano, Plinio Seniore, Cornelio Tacito, Teresa Gullace Talotta, e del liceo Leon Battista Alberti di Minturno (LT). Il Laboratorio è stato realizzato con impegno e motivazione straordinari e ha portato alla nascita di cinque Atlanti di natura scientifica sul fenomeno della corruzione.
Clicca qui per scaricare gli Atlanti.         per informazioni: Beatrice Ravaglioli ( bearavaglioli@tiscalinet.it - cell. 3358167422 )

Materiale di consultazione per l'a.s. 2014-2105
Il Marnetto Quotidiano Raspodie: Vita e pensieri di Rasputin

Indulto elettorale, ci risiamo

Chiamiamolo pure  "indulto elettorale". E' quando un politico condannato invoca il voto dei suoi elettori come elemento per la propria  non punibilità. Lo ha inventato Berlusconi. E i suoi adepti - Santanché, Brunetta e consorteria varia - lo hanno sbandierato in tutti i talk show come un'ordalia popolare, che monda da ogni colpa "chi è votato dalla gente". Tesi nauseabonda, come la battuta sulle feci,  che afferma la loro bontà, "perché milioni di mosche che vi si posano non possono sbagliare". Ebbene, il mefitico "indulto elettorale"

Leggi tutto

Impresentabili: la misura è colma

La vicenda degli "impresentabili" è una grave mancanza di rispetto verso gli elettori. Perché denuncia un'omissione di controllo politico su tutta la filiera delle candidature, dal centro ai territori, dando per scontata la passività dei cittadini. Ma non è così. E l'indignazione cresce man mano si scoprono altri personaggi privi di "disciplina e onore". Il caso eclatante è il candidato De Luca in Campania, impresentabile fin dall'inizio a norma di legge (Severino) eppure candidato in sfida alle regole. E inoltre sostenuto da altri impres

Leggi tutto

SETE

SETE

Che succede quando la sinistra non fa più la sinistra? Lo dice l'ultimo rapporto dell'Ocse: aumenta la diseguaglianza. Cioè i ricchi diventano sempre più ricchi, mandando nell'inferno della povertà quote crescenti di classe media. Ecco, proprio l'erosione della classe media è il pericolo maggiore per la democrazia. Per questo esistono le tasse, per evitare concentrazione di lusso e propagazione di povertà. Squilibri prodotti soprattutto da evasione e corruzione. Se si combatte l'evasione e la corruzione, si combatte la povertà. Tutti con

Leggi tutto

PROTO-COMPAGNI

PROTO-COMPAGNI

La guida si ferma davanti ad una bacheca un po' appartata. "Nel Museo Egizio qui a Torino - dice - ci sono papiri pregiatissimi, mentre questo è abbastanza rovinato. Eppure è un reperto di valore enorme, perché è il primo documento su uno  sciopero. "E' il 1159 a.C. e un gran numero di operai è impegnato in territori desertici per costruire tombe. Ma dalla città non arriva pane sufficiente, né il grasso animale essenziale per proteggere la pelle dal sole inesorabile. Così scrivono su questo papiro che smettono di lavorare finché non

Leggi tutto

Agenda Immigrazione: l'Europa deve approvarla

Carne in scatola. Carne umana. Carne viva. Quella di Abu, un ragazzino ivoriano trovato dalla polizia di frontiera rannicchiato dentro un trolley. Anche questo è un naufragio. Non tragico come quelli letali nel mare. Ma nella disumanità, cioè in uno stato non sopportabile da qualsiasi essere umano. Questa triste notizia arriva mentre l'Unione Europea sta varando una nuova Agenda per l'immigrazione, che dovrebbe finalmente prevedere una distribuzione regolata dei migranti tra  paesi membri. Ma non basta "spargere" gli immigrati per risolvere

Leggi tutto

Gli idioti cappuccetti neri cancellano l’ipocrisia dell’Expo

Gli idioti cappuccetti neri cancellano l'ipocrisia dell'Expo

A Milano si inaugura l'Expo del civismo. I cittadini con le tute bianche hanno cancellato le devastazioni dei black bloc. E questo non può che far piacere. Quello che invece dispiace è che  l'idiozia dei "cappuccetti neri"  ha coperto con vetri rotti e auto in fiamme le ragioni di chi contesta l'Expo come  una grande e costosa scenografia per coprire il vero problema legato al cibo: la fame. Già. perché è più trendy parlare di produzioni di cibo nei padiglioni, che delle speculazioni che affamano intere popolazioni. Si copre nel glam

Leggi tutto

Siamo troppo pigri per la democrazia

Siamo troppo pigri per la democrazia

Immaginiamo che passi l'Italicum.  La legge che porta al presidenzialismo di fatto e al governo monocolore (vince la maggioranza un solo partito). Gran parte dell'opinione pubblica non percepisce la gravità dell'accentramento del potere. Dell'indebolimento del Parlamento. Siamo più esigenti con i ristoranti, che con la politica. E ogni vent'anni ci ricaschiamo. E' tutto talmente stagnante e disorganizzato - soprattutto per la pigrizia di noi cittadini nel pretendere rispetto -  che quando sorge un capo che promette il CAMBIAMENTO, si butta

Leggi tutto

I RAGAZZI DEL 43

I RAGAZZI DEL 43

Eccola la fila lunga, lunghissima di ragazze e ragazzi che hanno studiato, che vogliono lavorare, per sposarsi o farsi la loro vita, che vogliono avere la soddisfazione di dimostrare che possono iniziare ad essere utili a se stessi e agli altri. Sono i ragazzi del 43,  cioè del  43% di disoccupazione giovanile. Quelli che porterebbero freschezza, innovazione ed entusiasmo nel lavoro. Se solo ne avessero uno. A questi giovani - senza opportunità  e senza sorriso - i vecchi al governo del Jobs Act e con vitalizi dicono che c'è ancora molto

Leggi tutto

PAV

PAV

La Costituzione per fortuna è scritta in un italiano chiaro e con una logica piana. Per la formazione delle leggi, l'articolo 72 detta la procedura normale - la regola - e poi i provvedimenti abbreviati - le eccezioni. Ma lo stesso articolo si chiude affermando una regola che non tollera eccezioni, per la somma importanza dei temi trattati. Dice infatti l'ultimo comma: "La procedura normale di esame  e di approvazione diretta da parte della Camera è sempre adottata per i disegni di legge in materia costituzionale ed elettorale (...)" Posson

Leggi tutto

Italicum, non cediamo la nostra sovranità

Italicum, non cediamo la nostra sovranità

L'italiano medio non s'intende di politica. Ed è orgoglioso di questa ignoranza. Questo atteggiamento di fraintesa contrapposizione - estraneità pulita contro politica sporca - è il grande problema nazionale. Perché la partecipazione informata è il principale contrappeso al potere. Le vicende dell'Italicum dimostrano in modo allarmante questo deficit di consapevolezza democratica, visto che solo un italiano su tre sa che cosa sia questa legge elettorale e le sue conseguenze nefaste sulla concentrazione del potere. Il rischio è enorme, per

Leggi tutto

PARTECIPA ANCHE TU (iniziative, appelli, sottoscrizioni)

Opinioni e Idee
EPPUR QUALCOSA  SI MUOVE NELLA SINISTRA ITALIANA-  Giovana Casadio – 27 maggio 2015

EPPUR QUALCOSA SI MUOVE NELLA SINISTRA ITALIANA- Giovana Casadio – 27 maggio 2015

… Fassina pensa  a ‘comitati per il lavoro’… Cofferati  entro giugno  battezzerà l’Associazione per la cultura e la politica … La “coalizione sociale” di Maurizio Landini tiene la sua convention a Roma il 6 e il 7  giugno… Pippo Civati che alla sua  associazione “Possibile” ha dato ora un simbolo… Peccato che abbia irritato Nichi [...]

Continua
IL CONFINE TRA STATO E MERCATO E’ IN DISCUSSIONE OVUNQUE - NON  E’ SOLO QUESTIONE DI BANCHE.  E’ IN GIOCO UNA STRATEGIA POLITICA –  Federico Fubini – 27 maggio 2015

IL CONFINE TRA STATO E MERCATO E’ IN DISCUSSIONE OVUNQUE – NON E’ SOLO QUESTIONE DI BANCHE. E’ IN GIOCO UNA STRATEGIA POLITICA – Federico Fubini – 27 maggio 2015

(…)
… per il governatore …
“Si può, anzi si deve intervenire dove il mercato incontra i suoi limiti … aiutandolo a generare sviluppo economico e occupazione: non c’è sviluppo solido e bilanciato senza le opere collettive che il mercato, da solo, non riesce a fornire”.
(…)
… anche Visco, la figura tecnica per eccellenza del Paese, sa [...]

Continua
REFERENDUM -  NON PASSA LO STRANIERO  - CAMERUN ESCLUDE  I CITTADINI EUROPEI CHE VIVONO, LAVORANO E PAGANO LE TASSE NEL REGNO UNITO -  Paola De Carolis – 26 maggio 2015

REFERENDUM – NON PASSA LO STRANIERO – CAMERUN ESCLUDE I CITTADINI EUROPEI CHE VIVONO, LAVORANO E PAGANO LE TASSE NEL REGNO UNITO – Paola De Carolis – 26 maggio 2015

 

Dal referendum con il quale la Gran Bretagna deciderà se continuare o meno a far parte dell’Ue saranno esclusi 1,5 milioni di cittadini europei che vivono, lavorano e pagano le tasse nel Regno Unito.
(…)
La difesa degli europei …  è stata  assunta  da Christian Allard, francese, membro dello Scottish National Party nonché deputato del Parlamento scozzese. [...]

Continua
PRODI : DAL CAOS GRECO AL VOTO ANTI-UE, EUROPA A RISCHIO DISGREGAZIONE- Intervista di Aldo Cazzullo – 26 maggio 2015

PRODI : DAL CAOS GRECO AL VOTO ANTI-UE, EUROPA A RISCHIO DISGREGAZIONE- Intervista di Aldo Cazzullo – 26 maggio 2015

«È un lunedì nero per l’Europa».          Romano Prodi, si riferisce al precipitare della crisi greca? «Mi riferisco alla Grecia, e non solo. In Spagna crollano i partiti. Francia e Inghilterra si sono chiamate fuori dall’accordo sugli immigrati. Ma la notizia peggiore è il voto polacco» .
Ha vinto il candidato antieuropeo: Andrzej [...]

Continua
“HA MENO ESPERIENZA”, IL TAR BOCCIA IL PROCURATORE LO VOI -  Sandra Rizza – 22 maggio 2015

“HA MENO ESPERIENZA”, IL TAR BOCCIA IL PROCURATORE LO VOI – Sandra Rizza – 22 maggio 2015

ACCOLTO IL RICORSO DEI DUE CANDIDATI PER IL VERTICE DELLA PROCURA DI PALERMO
Per il Csm che lo ha spedito sulla poltrona di procuratore di Palermo era “lo snodo fondamentale della straordinaria carriera di Francesco Lo Voi”. Ma per il Tar di Roma aver lavorato presso l’agenzia Eurojust non giustifica affatto “la prevalenza” del profilo professionale [...]

Continua
DDL ECOREATI : UNA PROVA DI REALISMO CONDIVISA TRA ASSOCIAZIONI , PD e M5S

DDL ECOREATI : UNA PROVA DI REALISMO CONDIVISA TRA ASSOCIAZIONI , PD e M5S

(…) Oggi il Parlamento dovrebbe varare … il disegno di legge sugli ecoreati, nato mettendo insieme le proposte di Ermete Realacci (PD),Salvatore Micillo (M5S) e Serena Pellegrino (Sel)… Una prova di realismo condivisa dalle 25 associazioni che a gran voce hanno tifato per il ddl, tra cui Legambiente e Libera. (…) Di Maio …: [...]

Continua
© 2015 Circolo di Roma Suffusion theme by Sayontan Sinha