Piccolo Atlante della Corruzione

“Piccolo Atlante della corruzione” è un Laboratorio sperimentale inaugurato come progetto pilota nell’anno accademico 2013/2014 a Roma e a Minturno (LT) con la partecipazione di 400 studenti dei licei romani Giuseppe Peano, Plinio Seniore, Cornelio Tacito, Teresa Gullace Talotta, e del liceo Leon Battista Alberti di Minturno (LT). Il Laboratorio è stato realizzato con impegno e motivazione straordinari e ha portato alla nascita di cinque Atlanti di natura scientifica sul fenomeno della corruzione.
Clicca qui per scaricare gli Atlanti.         per informazioni: Beatrice Ravaglioli ( bearavaglioli@tiscalinet.it - cell. 3358167422 )

Materiale di consultazione per l'a.s. 2014-2105
Il Marnetto Quotidiano Raspodie: Vita e pensieri di Rasputin

io ricordo

Io lo ricordo sempre. Oscar Romero è stato assassinato il 24 Marzo 1980, perché ha denunciato lo sfruttamento e la violenza dei latifondisti, ai danni della massa dei più poveri. La sua parola pubblica si levava per rendere noto a tutto il mondo questa oppressione. Le minacce né l'assassinio del suo confratello gesuita Rutillio Grande con due catecumeni chiuse la sua bocca.  I catto-latifondisti volevano che si occupasse di anime, non di giustizia sociale. Gli avevano proposto di costruirgli un palazzo sontuoso come nuova residenza, m

Leggi tutto

londra

L'auto che falcia i passanti con un fanatico che la guida è un "format" che si ripete e si ripeterà in tutta Europa, nei prossimi anni.  La globalizzazione della guerra è un effetto ottico per generare panico da insicurezza e dare l'idea che il nemico può arrivare da lontano, fino nelle tue strade. La "percezione" è che non c'è più la tradizionale distanza di sicurezza tra fronte e retrovie, tra campo di battaglia e città, tra militari e civili. La guerra è ovunque, ci dicono, cambia solo la sua intensità. E così, ci sentiamo al fro

Leggi tutto

trojan

I corrotti sono maggioranza nel Parlamento. Lo si vede dalle leggi che fanno per non essere scoperti e condannati. Come la riforma penale, già passata al Senato e in votazione alla Camera per diventare legge. Dove si vieta l'utilizzo di un dispositivo informatico ("trojan"), che consente di ascoltare a distanza le conversazioni degli indagati, inserendosi nel loro computer. Se il divieto diverrà operativo, la magistratura perderà lo strumento più efficace per stanare i corrotti. Che tra l'altro sono protetti in Italia anche da altra pre

Leggi tutto

post-voucher

Voucher addio. L'abuso s'è mangiato l'uso. Avrei preferito che fosse rimasta la possibilità per le famiglie di pagare il lavoro occasionale con i buoni, ma la dissennata liberalizzazione ha fatto sì che lo strumento pensato per ridurre il lavoro nero ha finito poi per sostituire quello bianco.  Ora occorre trovare il modo per non ripetere l'errore, ponendo un netto confine tra il lavoro occasionale a favore di privati (buoni di servizi) e quello occasionale a favore di soggetti commerciali (buoni di lavoro). Cioè tra il pagamento di ripeti

Leggi tutto

minzolini

La Costituzione che ha resistito al referendum renziano, è stata violata dalla votazione che ha salvato Minzolini dalla sua decadenza per una condanna definitiva. L'art. 3 - che proclama l'uguaglianza dei cittadini davanti alla legge - è stato lesionato dalle 19 martellate che altrettanti sentori del PD gli hanno inferto, votando contro l'applicazione della legge Severino all'ex capo della Rai, condannato per essersela spassata con la carta di credito aziendale - cioè con i nostri soldi del canone - e per questo interdetto dai pubblici

Leggi tutto

sangue

Quando ho donato il sangue per i terremotati di Amatrice, ho lasciato il mio numero per le emergenze. Ieri mi ha chiamato l'ospedale, perché hanno poco sangue per gli interventi chirurgici. Domani vado a donarlo. Mi piace l'idea che il mio sangue vada ad una persona sconosciuta, perché penso che così contrarrò una parentela anonima di solidarietà. A chi viene al centro trasfusioni del Santo Spirito (Lungotevere) alle 8, pago cappuccino e cornetto.  Un gesto che vorrei apprezzaste, perché - per noi tirchi - è più doloroso del dare s

Leggi tutto

cripto-indagine

Al popolo non far sapere presto, quanto il politico è disonesto" Forse nascerà questo proverbio, se dovesse passare la proposta di rendere segreto l'avviso di garanzia fino al rinvio a giudizio. I troppi politici che commettono reati non solo non vogliono essere giudicati, ma neanche indicati dalla stampa all'opinione pubblica, affinché segua le loro vicende. E' il vecchio vizietto del politico intrallazzatore, che pensa di essere oltre la legge e accusa di giustizialismo chi gli ricordi che invece la legge è uguali per tutti. Pronto a  sf

Leggi tutto

libertà e giustizia , assemblea dei soci

"Voglio andare a conoscere ogni Circolo di Libertà e Giustizia in tutta Italia" Lo dice Tomaso Montanari - tra gli applausi della sala - appena eletto nuovo Presidente di Libertà e Giustizia, nell'Assemblea dei Soci svoltasi a Bologna l'11 Marzo. "Quando sono entrato in Libertà e Giustizia mi sono andato a leggere lo statuto, che è la costituzione di ogni associazione. L'articolo 2 (Finalità) è molto bello. Si parla di impegno, cultura della partecipazione, ma anche di un'Europa sempre più integrata". Mentre siamo riuniti, penso con

Leggi tutto

scorpione

Quali sono i limiti di un accordo politico? Detto meglio: quali garanzie ci devono essere per fare alleanze tra partiti diversi, in vista di un governo? Le "affinità governative" sarà il tema delle prossime elezioni, le prime svolte con un sistema proporzionale, che esalta le differenze prima del voto, ma obbliga alle alleanze dopo il suo esito. In questa prospettiva, persino il M5S sta rivedendo il proprio isolazionismo congenito, con Di Maio che rompe il tabù del "solo soli" e ipotizza future alleanze di governo. Ma la riflessione che

Leggi tutto

catto-affaristi

19,4 chilometri separano il Lingotto di Torino dove parlerà Renzi, dalla fabbrica che voleva licenziare un operaio con il fegato trapiantato. E' una distanza fisica molto piccola, ma enorme sul piano politico. Là c'è la difesa della dignità del lavoro, qua i discorsi di chi ha abolito l'articolo 18. Mi sarei aspettato che il PD si fosse mobilitato per chiedere il reintegro dell'operaio licenziato, ma tranne una telefonata di Chiamparino, nessun petalo del giglio magico si è scomodato per difendere una lesione, che ha una valenza simbo

Leggi tutto

PARTECIPA ANCHE TU (iniziative, appelli, sottoscrizioni)

Opinioni e Idee
FINE VITA – IL GIUDICE  ORDINA  IL FINE VITA ALLA ASL : LA COSTITUZIONE «TUTELA IL DIRITTO ALLA SALUTE E ANCHE QUELLO AD AUTODETERMINARSI, “MORIRE SENZA DOLORE È DIRITTO DEL MALATO – Caterina Pasolini – 5 dicembre 2016

FINE VITA – IL GIUDICE ORDINA IL FINE VITA ALLA ASL : LA COSTITUZIONE «TUTELA IL DIRITTO ALLA SALUTE E ANCHE QUELLO AD AUTODETERMINARSI, “MORIRE SENZA DOLORE È DIRITTO DEL MALATO – Caterina Pasolini – 5 dicembre 2016

«È un diritto rifiutare le cure e andarsene senza soffrire: sedati per non sentire ansia o dolore». E chi deve garantire una fine dignitosa, «accompagnando e accudendo il malato», è il servizio sanitario nazionale.
La sentenza arriva dal tribunale di Cagliari dove il giudice tutelare Maria Luisa Delitala ha accolto la richiesta di un malato di [...]

Continua
QUANDO  LA DISEGUAGLIANZA È TALE DA RENDERE “PERICOLOSA” LA DEMOCRAZIA  - di Tomaso Montanari  - 1 dicembre 2016

QUANDO LA DISEGUAGLIANZA È TALE DA RENDERE “PERICOLOSA” LA DEMOCRAZIA – di Tomaso Montanari – 1 dicembre 2016

  Veniamo al nocciolo della questione. Se vince il Sì il governo (qualunque governo) sarà più forte, e i cittadini conteranno di meno. La riforma punta tutto sulla diminuzione della partecipazione, e sulla autoreferenzialità della classe politica. Come ha scritto don Ciotti, chi ha voluto questa “nuova” Costituzione vede “la democrazia come un ostacolo“, e [...]

Continua
UN PAPA CHE POSIZIONA LA CHIESA NON PIÙ IN DIFESA COME UNA RIGIDA SENTINELLA, MA IN ATTACCO, NEL CENTRO DEL MONDO, PER ANNUNCIARE LA FOLLIA DELL’AMORE UNIVERSALE,  POTRA’   APRIRE UN DIBATTITO  SUL NUMERO SEMPRE PIU’ ALTO  DI  MEDICI OBIETTORI ?  -   Vito Mancuso – 22 novembre 2016

UN PAPA CHE POSIZIONA LA CHIESA NON PIÙ IN DIFESA COME UNA RIGIDA SENTINELLA, MA IN ATTACCO, NEL CENTRO DEL MONDO, PER ANNUNCIARE LA FOLLIA DELL’AMORE UNIVERSALE, POTRA’ APRIRE UN DIBATTITO SUL NUMERO SEMPRE PIU’ ALTO DI MEDICI OBIETTORI ? – Vito Mancuso – 22 novembre 2016

Amore? Perdono? In questo mondo dove tutto è calcolo, tecnica, prestazione; in questo mondo dove tutto risponde   a una logica del legale, dell’utile, del redditizio, del necessario; in questo mondo dove sempre e comunque tutti devono pagare ogni cosa con il denaro ma ancor di più con la libertà, il tempo, la vita; in questo [...]

Continua
L’ASCESA DI  DONALD  - AL CUORE DEL PROBLEMA   LA VIOLAZIONE DEL CONTRATTO NON SCRITTO TRA CAPITALE E LAVORO – Mariana Mazzucato – 20 novembre 2016

L’ASCESA DI DONALD – AL CUORE DEL PROBLEMA LA VIOLAZIONE DEL CONTRATTO NON SCRITTO TRA CAPITALE E LAVORO – Mariana Mazzucato – 20 novembre 2016

(…)
La globalizzazione del capitale ( in contrasto con quella del lavoro) implica che quando la crescita stenta il capitale può andarsene altrove.
(…)
Al cuore del problema  c’è la violazione del contratto non scritto tra capitale e lavoro (il senso di una condivisione degli obiettivi e dei benefici tra i lavoratori americani e i loro datori [...]

Continua
È URGENTE RIORIENTARE LA GLOBALIZZAZIONE. LE DISUGUAGLIANZE E IL RISCALDAMENTO CLIMATICO SONO LE PRINCIPALI SFIDE DEL NOSTRO TEMPO -  Thomas Piketty – 21 novembre 2016

È URGENTE RIORIENTARE LA GLOBALIZZAZIONE. LE DISUGUAGLIANZE E IL RISCALDAMENTO CLIMATICO SONO LE PRINCIPALI SFIDE DEL NOSTRO TEMPO – Thomas Piketty – 21 novembre 2016

   Diciamolo subito: la  vittoria di Trump si  spiega innanzitutto con l’esplosione delle disuguaglianze economiche e territoriali negli Stati Uniti, in atto da vari decenni, e con l’incapacità dei successivi governi di far fronte a questi problemi.
(…)
Sfortunatamente il programma del nuovo presidente non farà che aggravare la tendenza all’aumento delle disuguaglianze . Trump si prepara [...]

Continua
ANDARE AVANTI, NONOSTANTE TRUMP – PERCHE’ LE ELEZIONI DECIDONO CHI HA IL POTERE NON LA VERITA’  - Paul Krugman – 15 novembre 2016

ANDARE AVANTI, NONOSTANTE TRUMP – PERCHE’ LE ELEZIONI DECIDONO CHI HA IL POTERE NON LA VERITA’ – Paul Krugman – 15 novembre 2016

  (…)
Prima di tutto, è sempre importante ricordarsi che le elezioni decidono chi ha il potere, non chi ha la verità: l’estrema destra non ha ragione a considerare inferiori i non bianchi e la voodoo economics non funziona. E bisogna restare fedeli alla verità meglio che si può, anche se è uscita sconfitta politicamente.
Detto questo, [...]

Continua
© 2016 Circolo di Roma Suffusion theme by Sayontan Sinha