Piccolo Atlante della Corruzione

“Piccolo Atlante della corruzione” è un Laboratorio sperimentale inaugurato come progetto pilota nell’anno accademico 2013/2014 a Roma e a Minturno (LT) con la partecipazione di 400 studenti dei licei romani Giuseppe Peano, Plinio Seniore, Cornelio Tacito, Teresa Gullace Talotta, e del liceo Leon Battista Alberti di Minturno (LT). Il Laboratorio è stato realizzato con impegno e motivazione straordinari e ha portato alla nascita di cinque Atlanti di natura scientifica sul fenomeno della corruzione.
Clicca qui per scaricare gli Atlanti.         per informazioni: Beatrice Ravaglioli ( bearavaglioli@tiscalinet.it - cell. 3358167422 )

Materiale di consultazione per l'a.s. 2014-2105
Il Marnetto Quotidiano Raspodie: Vita e pensieri di Rasputin

bella ciao

La Festa della Liberazione ricorda la ritrovata Libertà dopo il fascismo. La ritrovata uguaglianza, con la Costituzione. La ritrovata dignità con la Democrazia. Ci vuole unità e coraggio per liberarsi. E rimanere liberi. Quando invece c'è individualismo e paura, torna la dittatura.  A Roma, andrò - con la tristezza nel cuore - ad entrambe le manifestazioni del 25 Aprile. Quella di Porta San Paolo e quella in ricordo della Brigata degli italiani ebrei. Tutte le componenti della Resistenza hanno diritto alla mia riconoscenza. Perché so dis

Leggi tutto

biotestamento

La legge sul testamento biologico - in via di approvazione - è ipocrita, ambigua, paternalista. E' ipocrita, perché - sulla scelta di morire - lascia l'ultima parola al medico. Ammesso che la voglia pronunciare, perché può anche astenersi, adducendo la propria obiezione di coscienza. Ambigua, perché usa termini giuridicamente non chiari, come "imminenza di morte" ed altri, che lasciano ampia discrezionalità sempre al medico. Paternalista, perché negando il diritto all'autodeterminazione biologica dell'individuo, mette sotto tutela v

Leggi tutto

tartine

Fare subito le elezioni e lasciare la patata bollente della sistemazione dei conti pubblici al prossimo governo. La "via di fuga" di Renzi è questa. E l'influenza della decisione della britannica May - di andare al voto a giugno - è solo collaterale. L'importante è conservare la verginità dagli aumenti dell'Iva. Peraltro già decisi da Renzi, ma opportunamente travesti da "clausole di salvaguardia" in modo che la maggioranza degli elettori non se ne accorga. Così il Ministro delle Finanze Padoan deve rimangiarsi il suo ragionamento -

Leggi tutto

pause

Ognuno di noi - come consumatore - può fare la propria parte per essere solidale con i forzati del lavoro festivo: basta smettere di fare acquisti la domenica, per rendere antieconomica l'apertura nel giorno del riposo. Iniziando, con impegno,  dalla prossima domenica. Se il boicottaggio riesce, ci si dovrà sedere a un tavolo e riscrivere le regole del lavoro festivo, parlando di turnazione e maggiorazione della retribuzione, in modo che questo impiego straordinario del lavoratore sia per lui sostenibile. Fare la spesa non è un'emergenz

Leggi tutto

solidarietà a Report : lettera aperta al conduttore Ranucci

Sigfrido Ranucci,    (email: s.ranucci@rai.it) le scrivo per manifestare il mio pieno sostegno alla trasmissione Report, una delle poche che conduce - da sempre (grazie Gabanelli) - inchieste scomode per il potere, esercitando esattamente la funzione del giornalismo in un paese democratico. Le "coincidenze" svelate tra il salvataggio de L'Unità da parte dell'imprenditore Pessina e l'improvvisa aggiudicazione di appalti pubblici a suo favore hanno infastidito importanti uomini politici, ad iniziare da Matteo Renzi. Subito dopo - altra coi

Leggi tutto

cacca ( mostra)

Forse deve esserci una parte della mia psiche che non è maturata. Ma quando sento che al Bioparco c'è la mostra educativa "Cacca", mi fiondo. Vedo il manifesto con l'enorme sederone di un elefante. Entro e ho subito la sensazione di averla schiacciata. Su una moquette di erba sintetica sono fissate "loro", ma per fortuna sono finte.  Mi nota una giovane guida, le chiedo qualche curiosità e inizia a spiegarmi un sacco di cose. "Vede questo accumulo di palline. Le antilopi ed altri animali della savana creano delle latrine per depositare

Leggi tutto

stima

Il Governo intende portare la multa per chi non paga il biglietto dei mezzi pubblici a 200 euro. La sanzione diventerebbe  molto pesante, quadrupla rispetto a quella attuale (a Roma). Non mi piace chi non paga il biglietto, ma ancora meno un Governo che mazzola i piccoli trasgressori e perdona i grandi evasori. Infatti - con la rottamazione delle cartelle esattoriali - non si pagano né sanzioni, né interessi, ma solo il non versato. E' come se il portoghese pizzicato sul bus dovesse pagare solo il biglietto che non ha. Ma a lui, la rott

Leggi tutto

feste

Festeggiamo per inerzia.  Le due maggiori feste religiose hanno perso il loro senso originario e sono diventate nel tempo motivo di consumo (Natale), di gite (Pasqua). Anche quelle civili con gli anni si sono svuotate di significato e si sono trasformate solo in "pilastri", per vedere se associate a un fine settimana possono reggere dei "ponti" per una mini vacanza. Niente di male, per carità. Anzi, arrivano sempre al momento giusto per darci una tregua dagli impegni quotidiani. Ma dobbiamo ammettere che ormai sono sempre più tempo di decomp

Leggi tutto

consip fan tutti

Il tripudio di congratulazioni al babbo di Renzi (e al figliolo) ricordano gli scalmanati festeggiamenti a Minzolini per la scampata decadenza. La casta è così: basta un niente e si esalta stringendosi a protezione del perseguitato di turno. Il teorema stavolta  è che un errore nell'indagine Consip ne comprometta tutto l'impianto. E da lì, alla proclamazione dell'innocenza con canonizzazione incorporata, è un attimo. Eppure, il fatto emerso non era nascosto. L'errore si riferisce alla trascrizione del carabiniere Scafarto della frase

Leggi tutto

galateo dell'attenzione

C'è una nuova epidemia: la smart-distrazione. Lo vedi dal tizio che ti viene addosso camminando mentre legge lo smartphone; dal guidatore che non vede che è scattato il verde perché sta leggendo i messaggi; dal ragazzo che non si sposta dalla porta per farti uscire dal bus, perché con le auricolari ficcate nelle orecchie non sente il tuo ripetuto "permesso.." finché non gli bussi sulla spalla. Il connesso altrove e disconnesso qui. Non collabora. Sorride da solo, legge e risponde con la tavoletta, chiuso nella sua smart-bolla. Ormai ci si

Leggi tutto

PARTECIPA ANCHE TU (iniziative, appelli, sottoscrizioni)

Opinioni e Idee
FINE VITA – IL GIUDICE  ORDINA  IL FINE VITA ALLA ASL : LA COSTITUZIONE «TUTELA IL DIRITTO ALLA SALUTE E ANCHE QUELLO AD AUTODETERMINARSI, “MORIRE SENZA DOLORE È DIRITTO DEL MALATO – Caterina Pasolini – 5 dicembre 2016

FINE VITA – IL GIUDICE ORDINA IL FINE VITA ALLA ASL : LA COSTITUZIONE «TUTELA IL DIRITTO ALLA SALUTE E ANCHE QUELLO AD AUTODETERMINARSI, “MORIRE SENZA DOLORE È DIRITTO DEL MALATO – Caterina Pasolini – 5 dicembre 2016

«È un diritto rifiutare le cure e andarsene senza soffrire: sedati per non sentire ansia o dolore». E chi deve garantire una fine dignitosa, «accompagnando e accudendo il malato», è il servizio sanitario nazionale.
La sentenza arriva dal tribunale di Cagliari dove il giudice tutelare Maria Luisa Delitala ha accolto la richiesta di un malato di [...]

Continua
QUANDO  LA DISEGUAGLIANZA È TALE DA RENDERE “PERICOLOSA” LA DEMOCRAZIA  - di Tomaso Montanari  - 1 dicembre 2016

QUANDO LA DISEGUAGLIANZA È TALE DA RENDERE “PERICOLOSA” LA DEMOCRAZIA – di Tomaso Montanari – 1 dicembre 2016

  Veniamo al nocciolo della questione. Se vince il Sì il governo (qualunque governo) sarà più forte, e i cittadini conteranno di meno. La riforma punta tutto sulla diminuzione della partecipazione, e sulla autoreferenzialità della classe politica. Come ha scritto don Ciotti, chi ha voluto questa “nuova” Costituzione vede “la democrazia come un ostacolo“, e [...]

Continua
UN PAPA CHE POSIZIONA LA CHIESA NON PIÙ IN DIFESA COME UNA RIGIDA SENTINELLA, MA IN ATTACCO, NEL CENTRO DEL MONDO, PER ANNUNCIARE LA FOLLIA DELL’AMORE UNIVERSALE,  POTRA’   APRIRE UN DIBATTITO  SUL NUMERO SEMPRE PIU’ ALTO  DI  MEDICI OBIETTORI ?  -   Vito Mancuso – 22 novembre 2016

UN PAPA CHE POSIZIONA LA CHIESA NON PIÙ IN DIFESA COME UNA RIGIDA SENTINELLA, MA IN ATTACCO, NEL CENTRO DEL MONDO, PER ANNUNCIARE LA FOLLIA DELL’AMORE UNIVERSALE, POTRA’ APRIRE UN DIBATTITO SUL NUMERO SEMPRE PIU’ ALTO DI MEDICI OBIETTORI ? – Vito Mancuso – 22 novembre 2016

Amore? Perdono? In questo mondo dove tutto è calcolo, tecnica, prestazione; in questo mondo dove tutto risponde   a una logica del legale, dell’utile, del redditizio, del necessario; in questo mondo dove sempre e comunque tutti devono pagare ogni cosa con il denaro ma ancor di più con la libertà, il tempo, la vita; in questo [...]

Continua
L’ASCESA DI  DONALD  - AL CUORE DEL PROBLEMA   LA VIOLAZIONE DEL CONTRATTO NON SCRITTO TRA CAPITALE E LAVORO – Mariana Mazzucato – 20 novembre 2016

L’ASCESA DI DONALD – AL CUORE DEL PROBLEMA LA VIOLAZIONE DEL CONTRATTO NON SCRITTO TRA CAPITALE E LAVORO – Mariana Mazzucato – 20 novembre 2016

(…)
La globalizzazione del capitale ( in contrasto con quella del lavoro) implica che quando la crescita stenta il capitale può andarsene altrove.
(…)
Al cuore del problema  c’è la violazione del contratto non scritto tra capitale e lavoro (il senso di una condivisione degli obiettivi e dei benefici tra i lavoratori americani e i loro datori [...]

Continua
È URGENTE RIORIENTARE LA GLOBALIZZAZIONE. LE DISUGUAGLIANZE E IL RISCALDAMENTO CLIMATICO SONO LE PRINCIPALI SFIDE DEL NOSTRO TEMPO -  Thomas Piketty – 21 novembre 2016

È URGENTE RIORIENTARE LA GLOBALIZZAZIONE. LE DISUGUAGLIANZE E IL RISCALDAMENTO CLIMATICO SONO LE PRINCIPALI SFIDE DEL NOSTRO TEMPO – Thomas Piketty – 21 novembre 2016

   Diciamolo subito: la  vittoria di Trump si  spiega innanzitutto con l’esplosione delle disuguaglianze economiche e territoriali negli Stati Uniti, in atto da vari decenni, e con l’incapacità dei successivi governi di far fronte a questi problemi.
(…)
Sfortunatamente il programma del nuovo presidente non farà che aggravare la tendenza all’aumento delle disuguaglianze . Trump si prepara [...]

Continua
ANDARE AVANTI, NONOSTANTE TRUMP – PERCHE’ LE ELEZIONI DECIDONO CHI HA IL POTERE NON LA VERITA’  - Paul Krugman – 15 novembre 2016

ANDARE AVANTI, NONOSTANTE TRUMP – PERCHE’ LE ELEZIONI DECIDONO CHI HA IL POTERE NON LA VERITA’ – Paul Krugman – 15 novembre 2016

  (…)
Prima di tutto, è sempre importante ricordarsi che le elezioni decidono chi ha il potere, non chi ha la verità: l’estrema destra non ha ragione a considerare inferiori i non bianchi e la voodoo economics non funziona. E bisogna restare fedeli alla verità meglio che si può, anche se è uscita sconfitta politicamente.
Detto questo, [...]

Continua
© 2016 Circolo di Roma Suffusion theme by Sayontan Sinha