Piccolo Atlante della Corruzione

“Piccolo Atlante della corruzione” è un Laboratorio sperimentale inaugurato come progetto pilota nell’anno accademico 2013/2014 a Roma e a Minturno (LT) con la partecipazione di 400 studenti dei licei romani Giuseppe Peano, Plinio Seniore, Cornelio Tacito, Teresa Gullace Talotta, e del liceo Leon Battista Alberti di Minturno (LT). Il Laboratorio è stato realizzato con impegno e motivazione straordinari e ha portato alla nascita di cinque Atlanti di natura scientifica sul fenomeno della corruzione.
Clicca qui per scaricare gli Atlanti.         per informazioni: Beatrice Ravaglioli ( bearavaglioli@tiscalinet.it - cell. 3358167422 )

Materiale di consultazione per l'a.s. 2014-2105
Il Marnetto Quotidiano Raspodie: Vita e pensieri di Rasputin

rilievi

L'opinione pubblica ha bisogno di sapere se un politico si dedica all'interesse generale o a quello personale.  La rilevanza pubblica della diffusione di colloqui privati intercettati deve basarsi su questo criterio, non sul codice penale. In questo senso, i giornalisti sono gli agenti segreti di noi cittadini, che procurano notizie essenziali per essere elettori consapevoli, cioè informati. Il problema non è il giornalista che svela uno retroscena del potere, ma quello che lo copre.  I politici che vogliono impedire la pubblicazione di int

Leggi tutto

pisapia

Pisapia, il federatore, dice che non vuole escludere le persone, ma ricomporre l'unità della sinistra sulle cose da fare. Accetto. E parliamo di punti di programma.  Primo, ripristinare la tutela dell'art. 18, con il reintegro del posto di lavoro per il licenziamento arbitrario (senza giusta causa). Secondo, lotta vera all'evasione fiscale dei ricchi, per ridurre le tasse ai poveri. Terzo, lotta vera alla corruzione, con l'adozione di agenti provocatori che simulino la dazione di mazzette e regali costosi nella PA, per stanare le mele ma

Leggi tutto

forma

La tecnica dell'insinuazione è travestire un'affermazione da domanda.  Prendiamo l'ultima dichiarazione di Renzi: "Il tema è capire se negli ultimi mesi un pezzo delle istituzioni (i giudici che indagano, ndr.) ha fabbricato prove false verso rappresentanti delle istituzioni (me, Lotti, Boschi, con relativi babbi, ndr.)". Il segretario del PD non accusa, vuole solo "capire". Ma sa perfettamente che il messaggio che l'uditore percepirà è: "attenzione, c'è un complotto contro di me. Anzi, visto che viene da istituzioni deviate, è un colpo

Leggi tutto

piccola grande donna

Dopo gli scandali dei "furbetti del cartellino", l'indice di stima dei pubblici dipendenti è crollato. Ignorando tutti quelli onesti e laboriosi, che fanno il loro dovere - e a volte di più - con la responsabilità di essere servitori dello Stato. Uno di loro è una dirigente della Regione Sicilia, Dora Maria Piazza, che non ha piegato la schiena neanche quando fior di politici le gridavano che "l'avrebbe pagata". Invece di adeguarsi alle loro richieste, la Dr.ssa Piazza è andata dai Carabinieri e li ha fatti scoprire. Pezzi da novanta,

Leggi tutto

legge elettorale

Bloccare i partiti minori alzando tre barriere: questo lo scopo - neanche troppo nascosto - della nuova legge elettorale proposta dal PD. Prima barriera: un numero alto di firme da raccogliere per i nuovi partiti che si presentano per la prima volta. Seconda barriera:la soglia d'ingresso al 5%, per tagliare fuori molte formazioni giovani, tra cui i nemici giurati di Bersani e company, ai quali far pagare la ribellione al capo. Terza barriera: niente "scorporo", ovvero la sottrazione dei voti conquistati nei collegi uninominali, per avvantaggia

Leggi tutto

valori

La recentissima sentenza della Cassazione - che obbliga lo straniero a conformarsi ai valori del paese ospitante - ha suscitato molte polemiche. Spesso basate su la confusione dei piani logici di riflessione. Così, per l'immigrato indiano di religione sikh - che pretendeva di andare in giro con un coltello sacro di 20 centimetri - si sono scomodati i valori, quando bastava citare le leggi vigenti sulla tutela della sicurezza. Eppure, nonostante la reazione di molti commentatori, io condivido la ratio della sentenza.  E ricordo a chi contesta

Leggi tutto

PRODI

  Prodi batte un colpo. E tutti si fermano a sentire. Perché il padre dell'Ulivo parla il linguaggio concreto di un "progetto-Paese", pensato non per far vincere un partito, ma per portare l'Italia fuori dall'inconcludenza renziana. La nota dominante del suo libro "Il piano inclinato" è una serrata lotta all'evasione fiscale (110 miliardi), funzionale al varo di un nuovo piano industriale e sociale. Dalle prime anticipazioni, si percepisce subito la forte ispirazione "costituzionale" delle sue proposte, mirate ad abbinare la lotta al

Leggi tutto

minorenni

Siamo un popolo strano. Pronti a magnificare i bravi giornalisti da morti - come è accaduto con Beha - ma a strapazzarli da vivi - come sta accadendo con De Bortoli. Quando il potente viene smascherato, il suddito tifa istintivamente per lui e chiede silenzio, il cittadino "adulto" osserva gli sviluppi e chiede verità. Il caso Boschi è emblematico. Si chiedono prove, per non vedere quelle che già ci sono. Basterebbe solo una domanda per centrare il cuore della vicenda: la Boschi ha organizzato incontri nella sua villa per risolvere i pr

Leggi tutto

macr-on schulz -off

Mentre Macron legge il suo discorso d'investitura, Shulz incassa una sconfitta "in casa" pesantissima. Gli analisti politici sminuzzano i dati e i sentimenti di uno dei land più ricchi per spiegare una caduta così rovinosa, resa più sorprendente dai buoni pronostici della vigilia. La spiegazione meno convincente ma più ricorrente fa riferimento alla paura dell'immigrazione, acuita da recenti atti di molestie sessuali di gruppo posti in essere da immigrati nella notte di Capodanno ai danni di donne tedesche.  Ma la clamorosa perdita di oltr

Leggi tutto

vaccini

Sono per l'obbligatorietà dei vaccini, ma accompagnata da un campagna di informazione che generi nei genitori adesione consapevole e non sottomissione passiva. Il vaccino è fondamentale per prevenire malattie molto invalidanti. E io lo posso dire, perché mi sono preso la poliomielite nel '58, quando c'era un clima di perplessità sulla reale efficacia del vaccino Sabin, allora di nuova concezione. Dopo dubbi e incertezze, i miei decisero che mi avrebbero vaccinato dopo le vacanze, ma in quel luglio passai dall'arrampicarmi sugli alberi

Leggi tutto

PARTECIPA ANCHE TU (iniziative, appelli, sottoscrizioni)

Opinioni e Idee
FINE VITA – IL GIUDICE  ORDINA  IL FINE VITA ALLA ASL : LA COSTITUZIONE «TUTELA IL DIRITTO ALLA SALUTE E ANCHE QUELLO AD AUTODETERMINARSI, “MORIRE SENZA DOLORE È DIRITTO DEL MALATO – Caterina Pasolini – 5 dicembre 2016

FINE VITA – IL GIUDICE ORDINA IL FINE VITA ALLA ASL : LA COSTITUZIONE «TUTELA IL DIRITTO ALLA SALUTE E ANCHE QUELLO AD AUTODETERMINARSI, “MORIRE SENZA DOLORE È DIRITTO DEL MALATO – Caterina Pasolini – 5 dicembre 2016

«È un diritto rifiutare le cure e andarsene senza soffrire: sedati per non sentire ansia o dolore». E chi deve garantire una fine dignitosa, «accompagnando e accudendo il malato», è il servizio sanitario nazionale.
La sentenza arriva dal tribunale di Cagliari dove il giudice tutelare Maria Luisa Delitala ha accolto la richiesta di un malato di [...]

Continua
QUANDO  LA DISEGUAGLIANZA È TALE DA RENDERE “PERICOLOSA” LA DEMOCRAZIA  - di Tomaso Montanari  - 1 dicembre 2016

QUANDO LA DISEGUAGLIANZA È TALE DA RENDERE “PERICOLOSA” LA DEMOCRAZIA – di Tomaso Montanari – 1 dicembre 2016

  Veniamo al nocciolo della questione. Se vince il Sì il governo (qualunque governo) sarà più forte, e i cittadini conteranno di meno. La riforma punta tutto sulla diminuzione della partecipazione, e sulla autoreferenzialità della classe politica. Come ha scritto don Ciotti, chi ha voluto questa “nuova” Costituzione vede “la democrazia come un ostacolo“, e [...]

Continua
UN PAPA CHE POSIZIONA LA CHIESA NON PIÙ IN DIFESA COME UNA RIGIDA SENTINELLA, MA IN ATTACCO, NEL CENTRO DEL MONDO, PER ANNUNCIARE LA FOLLIA DELL’AMORE UNIVERSALE,  POTRA’   APRIRE UN DIBATTITO  SUL NUMERO SEMPRE PIU’ ALTO  DI  MEDICI OBIETTORI ?  -   Vito Mancuso – 22 novembre 2016

UN PAPA CHE POSIZIONA LA CHIESA NON PIÙ IN DIFESA COME UNA RIGIDA SENTINELLA, MA IN ATTACCO, NEL CENTRO DEL MONDO, PER ANNUNCIARE LA FOLLIA DELL’AMORE UNIVERSALE, POTRA’ APRIRE UN DIBATTITO SUL NUMERO SEMPRE PIU’ ALTO DI MEDICI OBIETTORI ? – Vito Mancuso – 22 novembre 2016

Amore? Perdono? In questo mondo dove tutto è calcolo, tecnica, prestazione; in questo mondo dove tutto risponde   a una logica del legale, dell’utile, del redditizio, del necessario; in questo mondo dove sempre e comunque tutti devono pagare ogni cosa con il denaro ma ancor di più con la libertà, il tempo, la vita; in questo [...]

Continua
L’ASCESA DI  DONALD  - AL CUORE DEL PROBLEMA   LA VIOLAZIONE DEL CONTRATTO NON SCRITTO TRA CAPITALE E LAVORO – Mariana Mazzucato – 20 novembre 2016

L’ASCESA DI DONALD – AL CUORE DEL PROBLEMA LA VIOLAZIONE DEL CONTRATTO NON SCRITTO TRA CAPITALE E LAVORO – Mariana Mazzucato – 20 novembre 2016

(…)
La globalizzazione del capitale ( in contrasto con quella del lavoro) implica che quando la crescita stenta il capitale può andarsene altrove.
(…)
Al cuore del problema  c’è la violazione del contratto non scritto tra capitale e lavoro (il senso di una condivisione degli obiettivi e dei benefici tra i lavoratori americani e i loro datori [...]

Continua
È URGENTE RIORIENTARE LA GLOBALIZZAZIONE. LE DISUGUAGLIANZE E IL RISCALDAMENTO CLIMATICO SONO LE PRINCIPALI SFIDE DEL NOSTRO TEMPO -  Thomas Piketty – 21 novembre 2016

È URGENTE RIORIENTARE LA GLOBALIZZAZIONE. LE DISUGUAGLIANZE E IL RISCALDAMENTO CLIMATICO SONO LE PRINCIPALI SFIDE DEL NOSTRO TEMPO – Thomas Piketty – 21 novembre 2016

   Diciamolo subito: la  vittoria di Trump si  spiega innanzitutto con l’esplosione delle disuguaglianze economiche e territoriali negli Stati Uniti, in atto da vari decenni, e con l’incapacità dei successivi governi di far fronte a questi problemi.
(…)
Sfortunatamente il programma del nuovo presidente non farà che aggravare la tendenza all’aumento delle disuguaglianze . Trump si prepara [...]

Continua
ANDARE AVANTI, NONOSTANTE TRUMP – PERCHE’ LE ELEZIONI DECIDONO CHI HA IL POTERE NON LA VERITA’  - Paul Krugman – 15 novembre 2016

ANDARE AVANTI, NONOSTANTE TRUMP – PERCHE’ LE ELEZIONI DECIDONO CHI HA IL POTERE NON LA VERITA’ – Paul Krugman – 15 novembre 2016

  (…)
Prima di tutto, è sempre importante ricordarsi che le elezioni decidono chi ha il potere, non chi ha la verità: l’estrema destra non ha ragione a considerare inferiori i non bianchi e la voodoo economics non funziona. E bisogna restare fedeli alla verità meglio che si può, anche se è uscita sconfitta politicamente.
Detto questo, [...]

Continua
© 2016 Circolo di Roma Suffusion theme by Sayontan Sinha