Piccolo Atlante della Corruzione

“Piccolo Atlante della corruzione” è un Laboratorio sperimentale inaugurato come progetto pilota nell’anno accademico 2013/2014 a Roma e a Minturno (LT) con la partecipazione di 400 studenti dei licei romani Giuseppe Peano, Plinio Seniore, Cornelio Tacito, Teresa Gullace Talotta, e del liceo Leon Battista Alberti di Minturno (LT). Il Laboratorio è stato realizzato con impegno e motivazione straordinari e ha portato alla nascita di cinque Atlanti di natura scientifica sul fenomeno della corruzione.
Clicca qui per scaricare gli Atlanti.         per informazioni: Beatrice Ravaglioli ( bearavaglioli@tiscalinet.it - cell. 3358167422 )

Materiale di consultazione per l'a.s. 2014-2105
Il Marnetto Quotidiano Raspodie: Vita e pensieri di Rasputin
Pubblicate le notizie a rilevanza sociale

Pubblicate le notizie a rilevanza sociale

Nelle intercettazioni giudiziarie, ci sono le notizie a rilevanza penale. E poi ci sono quelle a rilevanza sociale, altrettanto importanti.  Perché incidono sulla qualificazione della "disciplina e onore" di chi svolge funzioni pubbliche. Requisiti - non dimentichiamolo - richiesti non dal buon gusto, ma dalla Costituzione (art. 54) che è molto più esigente del codice penale. Allora acquista rilevanza costituzionale ogni notizia possa far valutare il rispetto delle regole (disciplina) e le qualità personali (onore) di ogni persona abbia ca

Leggi tutto

FANNULLONARE

FANNULLONARE

"Fannullare" per annullare. Dichiarare fannulloni intere categorie, per ridurne la credibilità e poi i diritti. Sembra questa la tecnica di Renzi, a giudicare dalle ultime sue campagne. Fannulloni i lavoratori (troppe tutele) e quindi il Jobs Act Fannulloni, gli studenti (troppe vacanze), per non occuparsi dei problemi seri della scuola Fannulloni i pensionati (troppa speranza di vita) per attaccare le pensioni Fannulloni i magistrati (troppe ferie) per delegittimare la legalità e chi l'amministra Fannulloni i professoroni (troppe rifless

Leggi tutto

ROMERO

ROMERO

35 anni fa moriva il cardinal Oscar Romero, difensore dei poveri, ucciso dai ricchi latifondisti che li sfruttavano. Io non me lo dimentico. E la sua dedizione agli ultimi mi dà la forza per battermi contro le diseguaglianze sociali. Arrivato a 60 anni, credo che il senso profondo della mia vita e della mia spiritualità sia proprio questo. Massimo Marnetto

Leggi tutto

Ruooo-ta-reee… Oh, Oh

Ruooo-ta-reee... Oh, Oh

Ruotare per non rubare. Sembra questa l'ultima novità anti-corruzione, che dovrebbe debellare il malaffare nella dirigenza pubblica. Non mi convince. Perché conosco onesti dirigenti che non ruberebbero mai. Così come sono convinto che i disonesti sono in grado di ricreare il loro losco giro di scambi anche nei nuovi posti di comando dove dovessero essere "ruotati". Se le regole di condotta fossero ferree e trasparenti, i controlli indipendenti ed efficaci, la rotazione degli incarichi avrebbe il solo scopo di mettere le persone con adeguata

Leggi tutto

LENTE

LENTE

La piazza di Bologna di Libera, contro mafie e corruzione è una boccata di speranza e tenacia.  Perché dice che esiste una resistenza civile che non si stanca di opporsi  al malaffare che Incalza.  Fa bene alla fatica sapere che associazioni come Libera, Emergency, Articolo 21, Libertà e Giustizia, Anpi ed altre si ritrovino una nelle manifestazioni delle altre. E che il Papa denuncia l'odore di morte che emana dalla corruzione. C'è una coalizione sociale che si aiuta dai tempi de La Via Maestra, ma che ora vuole diventare onestà organ

Leggi tutto

LASCIATE CANTONE ALL’ANTICORRUZIONE

LASCIATE CANTONE ALL'ANTICORRUZIONE

Non spostate Cantone dall'Anticorruzione.  L'idea di sostituire il dimissionario Lupi con  il magistrato dall'Agenzia Nazionale Anticorruzione al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti segnerebbe una battuta d'arresto per l'organismo guidato da Cantone, che sta entrando adesso a regime, dopo un lungo e fisiologico periodo di assestamento. Con l'Expo all'ultimo miglio e il Giubileo alle porte non ci possiamo permettere il lusso di iniziare daccapo il rodaggio di un nuovo responsabile. Anche del più bravo. Si lavori invece su una nuova no

Leggi tutto

DURA LEX, SED ROLEX

Un sistema politico pieno di corrotti non può fare una buona legge contro la corruzione. Lo si vede nella casuale concomitanza tra la definizione della legge sul falso in bilancio piena di buchi e lo scoppio dello scandalo del boiardo Incalza e del suo protettore politico, il ministro Lupi. La legge contro il falso in bilancio inasprisce le pene, ma sta bene attenta a non elevare oltre i 5 anni quella per i reati commessi dalle aziende non quotate, cioè la maggioranza. Questo per evitare l'intercettazione nelle relative indagini, che può es

Leggi tutto

NOI NON LO ASSOLVIAMO

L'assoluzione di Berlusconi da parte della Cassazione fa pensare che il clima d'intimidazione contro la magistratura portato dalla responsabilità civile del giudice sia già inconsciamente interiorizzato. Colpisce che tutta l'argomentazione volta ad escludere il reato di prostituzione minorile ruoti attorno all'ipotesi che B non conoscesse la minore età di Ruby, quando ha avuto rapporti sessuali con lei (provati dall'accusa e non contestati dalla difesa). Allora evidenziamo un solo dato. B telefonò da Parigi alla Questura di Milano in tarda

Leggi tutto

SEMPLICE

SEMPLICE

Si invertono i ruoli: il Governo farà le leggi e una Camera le ratificherà (e alla svelta). Il Senato diventa il club esclusivo (perché esclude gli elettori dalla votazione dei senatori)  di personaggi secondari nelle Regioni, in cerca di velluti (e  immunità). Il Paese è più semplice, esulta Renzi. Certo, più il potere si concentra, più è semplice gestirlo. Più gli elettori sono semplici, più è facile raggirarli. E i dissidenti del PD? Annegati quasi tutti nei penultimatum. E gli irriducibili del M5S? Ridotti all'assenteismo crit

Leggi tutto

DEFORMA COSTITUZIONALE

Muore il patto del Nazareno, ma nasce il "governo fronda". Che vuol dire?  Che il duo Renzi-Berlusconi ha ufficialmente rotto il proprio sodalizio per ricompattare le divisioni interne dei rispettivi partiti, ma poi negli appuntamenti decisivi - come la votazione della "deforma" costituzionale - trova sottotraccia il modo per continuare ad aiutarsi. Come? Con la farsa dei "disubbidienti". Una categoria inconcepibile in Forza Italia, a meno che il capo non abbia dato in gran segreto l'ordine di sparigliare. Solo così si spiega l'inedita indis

Leggi tutto

PARTECIPA ANCHE TU (iniziative, appelli, sottoscrizioni)

Opinioni e Idee
EUROPA- PROBLEMA LAVORO - I DATI  DELLA BCE CI DICONO CHE NEL 2017 IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE SARÀ DEL 9,9%, NEANCHE DUE PUNTI PIÙ BASSO DI QUELLO DI OGGI. – Lucrezia Reichlin – 27 marzo 2015

EUROPA- PROBLEMA LAVORO – I DATI DELLA BCE CI DICONO CHE NEL 2017 IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE SARÀ DEL 9,9%, NEANCHE DUE PUNTI PIÙ BASSO DI QUELLO DI OGGI. – Lucrezia Reichlin – 27 marzo 2015

(…)
… stando alle previsioni di molti ed in particolare a quelle della Banca centrale europea (Bce) – pubblicate una decina di giorni fa – l’economia dell’eurozona tornerà gradualmente al suo indice di crescita storico del 2% (il cosiddetto potenziale) nel 2017. Ma se si guarda all’ultima riga della tabella pubblicata dalla Bce, c’è un [...]

Continua
INTERCETTAZIONI : SE I CRIMINALI SFRUTTANO LA MODERNITÀ, PERCHÉ NON DOVREBBE FARLO CHI INDAGA SU DI LORO ? – Intervista  al procuratore ARMANDO SPATARO  di  Liana Milella – 27 marzo 2015

INTERCETTAZIONI : SE I CRIMINALI SFRUTTANO LA MODERNITÀ, PERCHÉ NON DOVREBBE FARLO CHI INDAGA SU DI LORO ? – Intervista al procuratore ARMANDO SPATARO di Liana Milella – 27 marzo 2015

   (…)
è vero che le intercettazioni sono l’unico mezzo di indagine?
«Le intercettazioni e le tecniche connesse, come l’analisi dei tabulati dei cellulari che spesso rivelano  contatti e spostamenti degli indagati, sono certamente strumenti importanti di ricerca della verità. Se i criminali sfruttano la modernità, perché non dovrebbe farlo chi indaga su di loro? Ma [...]

Continua
DRAGHI : PER LA CRESCITA  SERVONO  SCELTE DI POLITICA ECONOMICA  E    RIFORME STRUTTURALI  - Dino Pesole – 27 marzo 2015

DRAGHI : PER LA CRESCITA SERVONO SCELTE DI POLITICA ECONOMICA E RIFORME STRUTTURALI – Dino Pesole – 27 marzo 2015

Mario Draghi parla soprattutto al governo, che tra breve presenterà a  Bruxelles il suo piano pluriennale di riforme, quando ribadisce che la politica monetaria espansiva della Bce produce effetti ciclici sulla ripresa e non sistemici, e dunque non può di per sé accrescere il potenziale di crescita dell’economia. Ecco allora che la palla torna decisamente [...]

Continua
IMPRESA -  IL TERRENO DI SFIDA È  QUELLO DELL'INNOVAZIONE SOCIALE – Giorgio Squinzi- 27 marzo 2015

IMPRESA – IL TERRENO DI SFIDA È QUELLO DELL’INNOVAZIONE SOCIALE – Giorgio Squinzi- 27 marzo 2015

(…)
Come aveva intuito Olivetti proprio il welfare è una delle vie per costruire una società più equilibrata e più giusta. Il terreno di sfida è dunque quello dell’innovazione sociale, tema caro anche a Maritain. Ma la necessità per le politiche di welfare di uscire dalla visione tradizionale di costo ed efficienza, ed assumerne una visione [...]

Continua
PRODI : OCCORRE TORNARE A FARE POLITICA INDUSTRIALE  «NON SONO NEO- COMUNISTA, LO HANNO FATTO TUTTI, ANCHE OBAMA CON IL SETTORE AUTO» - Rossella Bocciarelli – 24 marzo 2015

PRODI : OCCORRE TORNARE A FARE POLITICA INDUSTRIALE «NON SONO NEO- COMUNISTA, LO HANNO FATTO TUTTI, ANCHE OBAMA CON IL SETTORE AUTO» – Rossella Bocciarelli – 24 marzo 2015

È necessario cogliere al volo la grande occasione offerta dal Quantitative easing per aumentare il potenziale di sviluppo dell’economia italiana e puntare sul rilancio degli investimenti, privati e pubblici.
È il messaggio lanciato ieri dal governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, durante il convegno dedicato a “la storia dell’Iri e la grande impresa oggi “ [...]

Continua
SENZA UNA VISIONE DEL  FUTURO E  SENZA CREAZIONE DI CONSENSO  ATTORNO A TALE VISIONE LE RIFORME RISCHIANO DI CADERE NEL VUOTO – Mario Deaglio – 23 marzo 2015

SENZA UNA VISIONE DEL FUTURO E SENZA CREAZIONE DI CONSENSO ATTORNO A TALE VISIONE LE RIFORME RISCHIANO DI CADERE NEL VUOTO – Mario Deaglio – 23 marzo 2015

(…)
Il nome Pirelli è il più recente di una lunga lista di acquisizioni estere di imprese italiane … Bulgari … Loro Piana… Parmalat … le Acciaierie di Piombino … Alitalia ….
(…)
All’Italia non manca soltanto una politica industriale ma anche la consapevolezza della necessità di averne una. (…) Andiamo  incontro al futuro economico e industriale [...]

Continua
© 2015 Circolo di Roma Suffusion theme by Sayontan Sinha