Il Marnetto Quotidiano Raspodie: Vita e pensieri di Rasputin

NO AL PIL CRIMINALE

Nel calcolo della ricchezza prodotta da un paese europeo (PIL) entreranno anche le somme generate dal "sommerso" (prodotti legali realizzati con evasione fiscale) e dalle attività illegali, come spaccio di droga e prostituzione. Benché la novità decisa a livello europeo abbia fatto esultare gli esperti di contabilità di Stato per il lieve miglioramento dei conti pubblici che comporterà, dal punto di vista culturale il messaggio è devastante. Perché afferma che la quantità di ricchezza viene prima della qualità della vita. Nel concret

Leggi tutto

COMPLEANNO DEI FURBI

Ormai ce l'abbiamo quasi fatta a rimuoverla questa data. Dell'imbarazzante 8 Settembre (1943) non se ne parla più. Passato, chiuso, archiviato. Eppure, quei giorni di totale sbando politico e militare rimangono il caso più eclatante di negazione della responsabilità istituzionale dello Stato, per assenza di indicazioni chiare (il proclama di Badoglio è un capolavoro di ambiguità) e per la drammatica mancanza di autorevoli comportamenti conseguenti da parte di chi rappresentava la Nazione. Con la vergognosa fuga del re inizia l'incubazione

Leggi tutto

DIETRO-FRONTEX

Annegamento sorvegliato. Così potremmo tradurre Frontex Plus, il nuovo progetto europeo di vigilanza delle frontiere, che sostituirà Mare Nostrum. Infatti, l'intervento dei mezzi di perlustrazione marina europei avverrà nelle acque territoriali e prevalentemente con elicotteri, che avranno l'unico compito di localizzare le imbarcazioni, senza operare alcun intervento di salvataggio diretto. Questo lo faranno i mercantili che verranno contattati per chiedere loro di deviare fino al barcone per il trasbordo. Il nostro Ministro dell'Interno A

Leggi tutto

DE GASPERI

A 60 anni dalla sua morte, De Gasperi ci manca. Ci manca il suo senso del dovere verso una una nazione da ricostruire, il rigore morale, la schiema dritta nei confronti di papi e re, la sua sobrietà, il rispetto per gli avversari. Ora è il tempo dei carismatici, di chi promette a tutti per piacere a tanti, di chi nega rispetto agli avversari con un vaffa, di chi vuole zittire le minoranze, scambia la velocità delle riforme con la loro qualità, chiede sacrifici e va in alberghi lussuosi. C'è una costituzione morale che è stata corrosa

Leggi tutto

DI BATTISTA

Di Battista non giustifica, ma comprende chi si fa esplodere in metro per vendicarsi dei bombardamenti del suo villaggio. E' questo il passaggio più scioccante della sua dichiarazione, usato da petardo per attirare l'attenzione sulla sua proposta: il terrorista non va eliminato, ma "elevato ad interlocutore". Qui siamo alla banalizzazione che fa crollare tutta l'analisi di Di Battista. Perché come non si esporta la democrazia da fuori, non si elevano gli interlocutori da fuori. La civiltà della competizione non violenta per il potere - pe

Leggi tutto

MINISTRO ALFANO, COLPISCA I VU SFRUTTA'

Ministro Alfano, (mail: ufficiocomunicazione@interno.it) lei ha usato il termine dispregiativo "vu' cumprà" pensando di interpretare il fastidio dei bagnanti disturbati dai venditori ambulanti extracomunitari. Invece a molti cittadini danno più fastidio i "vu' sfruttà". Cioè quei connazionali che sfruttano i migranti nelle campagne o nei cantieri edili con trattamenti degradanti; o nelle città, affittando posti letto a peso d'oro, in appartamenti fatiscenti, stipati di materassi per terra. Lei dice che c'è ipocrisia in chi s'indigna pe

Leggi tutto

TOTEM

L'articolo 18 non è un totem. Lo dice da anni la destra - e ora anche Renzi - per smantellare una tutela sociale che ha vertebrato il consolidamento democratico del Paese, liberando il lavoro dal ricatto del licenziamento arbitrario. Ora questa garanzia viene considerata un ingombro alla flessibilità e, per i più politici più drastici, persino un freno alla competitività del sistema produttivo nazionale. Nulla di più errato per molti motivi. Ad iniziare dal fatto che l'art. 18 non vige per le aziende fino a 15 lavoratori, che in Italia s

Leggi tutto

PAUSA-FOBIA

Arrivano le ferie e in alcuni scatta una sensazione di disagio che chiamerei "pausa-fobia". E' il disorientamento che si abbatte su chi ha come unico interesse il lavoro, soprattutto se svolto in un ambiente molto competitivo. Il pausofobico in effetti soffre anche la domenica, perchè la considera un giorno noioso che lo allontana dal ritmo vitale del lavoro, ma almeno tutto si esaurisce in un giorno, L'estate invece dura almeno un paio di settimane e la crisi d'astinenza da impegno gli causa degli scompensi vistosi. Si accorge così di esser

Leggi tutto

TRA AVENTINO E CASINO

Il nuovo "senatino" si è iniziato a restringere come la nostra scheda elettorale. Infatti, l'indiscusso beneficio della fine del bicameralismo perfetto ci costerà caro in termini di democrazia, perché non saremo più noi cittadini ad eleggere i senatori. Quello che brucia in questa brutta storia di erosione della sovranità popolare è che i numeri per contrastarla c'erano, ma le opposizioni - tra Aventino e casino - si sono dimostrate chiassose quanto sterili. Intanto Renzi continua ad ostentare che l'assenza di emolumenti per i senato

Leggi tutto

ALFANO DEVE DIMETTERSI PER IL CASO SHALABAYEVA

Il ministro Alfano non doveva espellere la signora Shalabayeva, ma tutelare il suo diritto d'asilo. E' questo il giudizio della Corte di Cassazione, che ha fissato finalmente una parola di verità e di civiltà, in una squallida storia di abusi, verso la quale il ministro - neanche a dirlo, "a sua insaputa" - ha sempre ostentato la sua irresponsabilità, scaricando tutto sul proprio capo gabinetto. Ora questa sentenza lo inchioda alla sua responsabilità, per un sopruso consumato sotto dettatura di un diplomatico kazako, che Alfano non ha imp

Leggi tutto

PARTECIPA ANCHE TU (iniziative, appelli, sottoscrizioni)

Opinioni e Idee
JOBS ACT – LUCIANO GALLINO :  IL CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI SIGNIFICA UNA PRECARIETA’ PERENNE – Intervista di  Sa.Can. – 16 settembre 2014

JOBS ACT – LUCIANO GALLINO : IL CONTRATTO A TUTELE CRESCENTI SIGNIFICA UNA PRECARIETA’ PERENNE – Intervista di Sa.Can. – 16 settembre 2014

(…)
Qual è il suo giudizio sul Jobs Act di Renzi?
Intanto va detto che ci sono due versioni del progetto: la seconda, di  questi giorni, peggiora la precedente. In ogni caso, il contratto a tutele crescenti significa una precarietà perenne perché nessun imprenditore rinnoverà il contratto al termine dei tre anni.
Una misura immediata secondo lei efficace?
Se [...]

Continua
SENZA INVESTIMENTI NON BASTA LA FLESSIBILITA’ – TRA  GLI OBIETTIVI STRATEGICI LA CRESCITA DIMENSIONALE DELLE IMPRESE ATTRAVERSO INVESTIMENTI IN TECNOLOGIA E PERSONALE QUALIFICATO  Giorgio Ruffolo e Stefano Sylos Labini – 12 settembre 2014

SENZA INVESTIMENTI NON BASTA LA FLESSIBILITA’ – TRA GLI OBIETTIVI STRATEGICI LA CRESCITA DIMENSIONALE DELLE IMPRESE ATTRAVERSO INVESTIMENTI IN TECNOLOGIA E PERSONALE QUALIFICATO Giorgio Ruffolo e Stefano Sylos Labini – 12 settembre 2014

   (…)
Illustri economisti sostengono che in Germania il mix di alta flessibilità, efficienti servizi all’impiego e regole che obbligano chi vuole il sussidio ad accettare ogni lavoro, ha favorito la crescita dell’occupazione … però… in Italia … intendiamo richiamare l’attenzione su alcune differenze strutturali tra il modello tedesco e quello italiano che riguardano la dimensione [...]

Continua
IL  VALORE DELLA  DIGNITA’ , QUELLA FRAGILE BARRIERA CONTRO LA BARBARIE - C’È UNA VIA CHE NON SIA NÉ L’INDIFFERENZA, NÉ LA RITORSIONE ? SI,  E' LA RESPONSABILITA' CHE SI FA VALERE NELLE SEDI DELLA GIUSTIZIA  -   Gustavo Zagrebelsky – 12 settembre 2014

IL VALORE DELLA DIGNITA’ , QUELLA FRAGILE BARRIERA CONTRO LA BARBARIE – C’È UNA VIA CHE NON SIA NÉ L’INDIFFERENZA, NÉ LA RITORSIONE ? SI, E’ LA RESPONSABILITA’ CHE SI FA VALERE NELLE SEDI DELLA GIUSTIZIA – Gustavo Zagrebelsky – 12 settembre 2014

  Lo spirito del nostro tempo è orientato alla dignità, come un tempo lo fu alla libertà, all’uguaglianza davanti alla legge, alla giustizia sociale. Tutti s’ispirano, o dicono d’ispirarsi, alla dignità degli esseri umani, soprattutto dopo lo scempio che ne hanno fatto i regimi totalitari del secolo scorso.
(…)
La legge fondamentale tedesca inizia proclamando la dignità [...]

Continua
GREENHOUSE  GAS BULLETIN  - IL  RAPPORTO DELL’ORGANIZZAZIONE METEOROLOGICA MONDIALE (WMO)  E   L’ INSOSTENIBILE  CONCENTRAZIONE DI CO2 IN ATMOSFERA - Interrogazione  presentata  alla Camera ( o.d.g del 12 settembre )

GREENHOUSE GAS BULLETIN – IL RAPPORTO DELL’ORGANIZZAZIONE METEOROLOGICA MONDIALE (WMO) E L’ INSOSTENIBILE CONCENTRAZIONE DI CO2 IN ATMOSFERA – Interrogazione presentata alla Camera ( o.d.g del 12 settembre )

Articolo su:
http://www.inu.it/wp-content/uploads/Repubblica_ambiente_10_settembre_2014.pdf
 
12 settembre – Odg Aula Camera: interrogazioni urgenti

TESTI ALLEGATI ALL’ORDINE DEL GIORNOdella seduta n. 289 di Venerdì 12 settembre 2014
INTERPELLANZE URGENTI

A)
   I sottoscritti chiedono di interpellare il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, per sapere – premesso che:   il cambiamento climatico rappresenta una delle maggiori sfide che l’umanità dovrà affrontare nei prossimi [...]

Continua
NOI DELLA SINISTRA DEL PD - FASSINA : L’EMENDAMENTO  PER CAMBIARE   L’ART. 81 , LA FIRMA  PER IL REFERENDUM   PER ABROGARE LA LEGGE ATTUATIVA DEL FISCAL COMPACT  E  LA MOZIONE SULLE PRIVATIZZAZIONI – Intervista di  Francesca Schianci – 5 settembre 2014

NOI DELLA SINISTRA DEL PD – FASSINA : L’EMENDAMENTO PER CAMBIARE L’ART. 81 , LA FIRMA PER IL REFERENDUM PER ABROGARE LA LEGGE ATTUATIVA DEL FISCAL COMPACT E LA MOZIONE SULLE PRIVATIZZAZIONI – Intervista di Francesca Schianci – 5 settembre 2014

   (…)
“… l’emendamento per cambiare l’art. 81 della Costituzione (sul pareggio del bilancio, ndr.), alcuni di noi lo avevano presentato già quando la legge costituzionale passò al Senato”
Però adesso voi della “sinistra” Pd lo ripresentate . E in 54 firmate un referendum per abrogare la legge attuativa del Fiscal compact …
“Ne abbiamo discusso tra colleghi [...]

Continua
STIGLITZ: LE VERE RIFORME STRUTTURALI DEVONO ESSERE QUELLE EUROPEE. COMINCEREI CON LA RIFORMA  FISCALE -  Intervista di Eugenio Occorsio – 22 agosto 2014

STIGLITZ: LE VERE RIFORME STRUTTURALI DEVONO ESSERE QUELLE EUROPEE. COMINCEREI CON LA RIFORMA FISCALE – Intervista di Eugenio Occorsio – 22 agosto 2014

(…)
“…  Già è sicuro che per l’Europa questo sarà un decennio perduto, se non si cambia strategia diventerà un quarto di secolo. …  E un continente dove la media (della disoccupazione ndr)  è del 12% perché non abbandona l’austerity e vara un grande piano di investimenti pubblici e di  sostegno a quelli privati? … [...]

Continua
© 2014 Circolo di Roma Suffusion theme by Sayontan Sinha